· 

Bonus depuratori acqua

Incentivo Depuratori Acqua 2021

Chi può usufruirne e come ottenerlo?

Bonus depuratori acqua

Nella nuova legge di bilancio per il 2021 prevede un credito d'imposta per l'acquisto di sistemi di filtraggio acqua potabile. Il bonus prevede detrazioni fiscali nella nuova legge di bilancio per il 2021. Dopo il Bonus idrico e' stato approvato in Commissione della Camera dei Deputati l’emendamento 190.014 al Disegno di legge che istituisce un credito d'imposta per l'acquisto di sistemi di filtraggio acqua potabile, depurazione e mineralizzazione dell'acqua, con l’obiettivo di ridurre il consumo di contenitori e bottiglie di plastica.

 

L'incentivo Riguardera' depuratori acqua e frigogasatori da installare sotto il lavandino oppure sopra il banco. Se preferisci lo puoi avere anche con l'aggiunta di co2 alimentare per avere l'acqua frizzante a casa tua.

 

Si tratta di un credito d'imposta del 50% per privati e partite iva. Quindi se hai in mente di acquistare un depuratore d'acqua, lo Stato ti rimborsera' il 50% di ciò che hai speso fino ad un tetto massimo di 1.000 per i privati e 5.000 per le attività commerciali (bar,ristoranti,uffici,enti religiosi civilmente riconosciuti etc...).

 

 

COME OTTENERE L'INCENTIVO DEPURATORE ACQUA 2021?

 

Ancora non è stato pubblicato il Decreto che fa seguito alla Legge di Bilancio 2021. Nel Decreto saranno descritte le modalità per accedere al Bonus. Sono stati stanziati dal Governo 5 milioni per il 2021 e 5 milioni per il 2022.

 

Se vuoi essere aggiornato sull'incentivo depuratore acqua inserisci la tua email qui sotto:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Se ti iscrivi ti invieremo via email per tenerti aggiornato,in modo che tu possa essere tra i primi ad ottenerlo. Se invece sei interessato ad installare un depuratore acqua compila il modulo per avere maggiori info ed essere contattato da un nostro esperto di Depurcalabria. Le modalità di acquisto potrebbero essere via Bonifico Parlante, un bonifico speciale che contiene più informazioni di un bonifico ordinario.

  • Causale, che riporta la motivazione per cui l'importo viene bonificato e la norma di riferimento dell'agevolazione
  • Codice fiscale del/dei beneficiario/i della detrazione
  • Codice fiscale o la Partita IVA di chi ha eseguito gli interventi

Molto probabilmente sarà necessario trasmettere le informazioni (fattura di acquisto) all'ente ENEA. Infatti L'ENEA  si occuperà di gestire i dati e passarli al Ministero dell'Ambiente e all'Agenzia delle Entrate.

Scrivi commento

Commenti: 0